Novara

Novara, una piccola città dove la cultura piemontese e quella lombarda si incontrano, quasi a metà strada. Di questa terra dicono che in primavera il cielo è blu come l’acqua delle risaie in cui si rispecchia (cit. Sebastiano Vassalli), mentre oltre lo sguardo, le Alpi cariche di neve ci ispirano. Arte, natura, cibo e vino, delizie degli occhi e del palato. Un vivere lento che segue i ritmi delle stradine acciottolate del centro storico in una continua scoperta.

novara citta

Vivete l’emozione più alta

“ Continuano le salite alla Cupola.
Per effettuare la visita è obbligatoria la prenotazione e occorre rivolgersi a:

ATL – Agenzia Turistica Locale di Novara
Baluardo Q. Sella n. 40
Telefono 0321394059
Fax 0321631063

Orari
Da lunedì a venerdì: 9.00 – 13.00; 14.00 – 18.00

La Basilica

La Basilica è sempre stata il centro della vita devozionale della città: custodisce infatti le spoglie di San Gaudenzio Santo Patrono della città. Costruita tra il 1577 e il 1659, al suo interno conserva opere di pregio fra cui il Giudizio Universale opera di Pier Francesco Mazzucchelli detto il Morazzone. Simbolo della città è la sua cupola, realizzata a partire dal 1840 su progetto di Alessandro Antonelli. Realizzata interamente in mattoni, con i suoi 121 metri di altezza costituisce un punto di riferimento per chi si trova a percorrere una qualunque delle strade che attraversano la pianura circostante.

novara citta

Il Duomo

Edificato tra il 1864 ed il 1869, su progetto di Alessandro Antonelli, sorge sul precedente edificio romanico, di cui rimangono preziose testimonianze nella torre campanaria e nel pavimento a mosaico del presbiterio. All’interno si conservano importanti opere d’arte tra le quali lo Sposalizio di Santa Caterina e l’Ultima Cena opere di Gaudenzio Ferrari del XVI secolo. Degne di nota la cappella di San Siro con affreschi dell’XII secolo e la Sacrestia del Lanino che ospita gli affreschi realizzati da Bernardino Lanino nel XVI secolo staccati dalla cappella di San Giuseppe.

Il Battistero

Il Battistero è il più antico monumento cristiano presente a Novara. Fondato tra la fine del IV e l’inizio del V secolo, secondo la tradizione per volere di San Gaudenzio, fu poi sopraelevato nell’XI secolo. Al suo interno si trova un prezioso ciclo di affreschi realizzati nell’XI secolo, rappresentante il Ciclo dell’Apocalisse. Al posto della vasca originale, già in epoca medievale fu impiegato come contenitore di acqua destinata alla celebrazione del battesimo un manufatto romano in pietra di forma cilindrica: si tratta di un’urna funeraria risalente al II secolo che porta una iscrizione di dedica ad una certa Umbrena Polla.

La Canonica di Santa Maria 

Fondata nell’arco di quattro secoli, da prima dell’anno mille al XIV secolo, ospita al suo interno il Museo del Tesoro della Cattedrale. Il “Museo del tesoro della cattedrale” è sorto a partire dagli anni sessanta, quando don Angelo Luigi Stoppa cominciò a raccogliere e sistemare opere d’arte sacra provenienti dalle parrocchie della diocesi. Il museo contiene reperti lapidei, gruppi statuari in terracotta, reliquiari, paramenti sacri, arredi liturgici e splendidi codici miniati medievali provenienti dall’Archivio Storico Capitolare di Santa Maria. Di particolare interesse la raccolta di vasi della Magna Grecia, il Dittico Eburneo ed il Rilievo della Nave.

Il Broletto 

Il complesso del Broletto, ossia il polo del potere civile in età comunale, è costituito da quattro edifici sorti in epoche differenti. A nord il palazzo dell’Arengo, decorato da un fregio pittorico realizzato tra il 1240 ed il 1260, chiamato il Fregio dei Cavalieri. Degno di nota il palazzo del Podestà, esempio di architettura gotico-lombarda. Al suo interno il Broletto ospita la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea Paolo e Adele Giannoni. La prestigiosa collezione è composta da centinaia di dipinti ed opere di immenso valore, di artisti di fama internazionale quali Fattori, Nomellini, Induno, Viani e molti altri.

Ti piace? Condividilo con gli amici

×

Chatta con Hotel Camelia

× Come possiamo aiutarti